Il sonno perso si recupera?

Complici film e cene con amici, sono tre sere che fai le ore piccole? Hai lavorato fino a tardi e addormentarti è stato più difficile del solito? Attenzione perché recuperare il sonno durante il weekend non basta. Scopriamo insieme perché.

Il sonno perso si recupera?

Durante la settimana vai a dormire all’una di notte e ti svegli alle sette, ma ti sembra di aver pareggiato i conti perché domenica hai dormito fino all’ora di pranzo? Anche se la matematica è dalla tua parte, in realtà il debito di sonno non si recupera.

Ad affermarlo è una ricerca pubblicata sulla rivista American Journal of Physiology-Endocrinology and Metabolism.
I ricercatori hanno infatti scoperto che recuperare il sonno durante il fine settimana aiuta ad allentare lo stress e farci sentire più riposati, ma non basta.

Anche se stiamo parlando di persone che dormono abitualmente meno di sei ore a notte e cercano di recuperare il sonno perduto nel weekend, la regola vale per tutti: perdita di concentrazione, attenzione e memoria – effetti tipici di una carenza cronica di sonno – non possono essere risolti dormendo le ore giuste un paio di volte a settimana.

Qual è la soluzione?

La risposta per affrontare e debellare questo problema e i suoi effetti sul corpo sta tutta nell’intervenire sulla regolazione dei ritmi e dello stile di vita.
Oltre ad abituarti ad andare a dormire e svegliarti alla stessa ora, ti consigliamo di sperimentare attività rilassanti #primadidomani. Ad esempio puoi fare qualche esercizio di yoga, ascoltare la musica, leggere un libro o semplicemente scegliere per la tua cena i cibi giusti.
In alternativa un buon rimedio per i disturbi del sonno può essere bere una camomilla o una tisana rilassante, due piacevoli e naturali bevande capaci di aiutarti a rilassarti e prendere sonno facilmente.