Il vecchio e il mare Di Hernest Hemingway

Chi legge viene trascinato sulla barca di Santiago e si sente vicino a lui, al suo modo di affrontare la vita, alla sua umiltà di pescatore. Da leggere, soprattutto comodamente a letto!

Ottantaquattro giorni senza pescar nulla, il vecchio Santiago vive come chi è colpito da una maledizione. Al ritorno da una giornata di pesca incontra il suo giovane compagno trasferito su un’altra barca. Durante la serata il giovane Manolo lo incoraggia a pescare e lo paragona all’imbattibile giocatore di baseball.
Prende la cena al vecchio e pesca per lui delle sardine come esca per il giorno seguente.
Nella notte, il vecchio Santiago pensa alla solidarietà dimostratagli dal suo amico e a quel mitico esempio di giocatore di baseball: queste due cose gli permetteranno di ritrovare la forza per riprendere il mare per una pesca come fosse una simbolica iniziazione.
Il giorno dopo, abbocca un grosso marlin che lo porta al largo e viene trasportato nell’Oceano. Inizia una lunga lotta per la sopravvivenza basata sulla lealtà e sul rispetto. Santiago stabilisce una vera fratellanza con le forze incontenibili della natura e trova dentro di sé il segno e la presenza del proprio coraggio. La giustificazione di tutta una vita.