Attività fisica, il tuo alleato per #unbuonsonno

Correre e pedalare, camminare e fare sport, andare in palestra o semplicemente muoversi di più: sai cos’hanno in comune tutte queste attività con il dormire?
La risposta è semplice: sono valide soluzioni per una notte serena e riposante. Ecco perché.

Attività fisica: la mossa vincente per dormire bene

Il movimento fa bene a tutto: al cuore, alle ossa, ai muscoli e all’umore. Su questo non ci sono dubbi. Forse non sai è che tra i vari benefici derivanti da una corretta e costante attività fisica c’è anche #unbuonsonno.
L’esercizio fisico, oltre a stancare, stimola la produzione di sostanze che favoriscono il rilassamento che, a sua volta, serve per addormentarsi più velocemente e attivare correttamente il meccanismo di rigenerazione notturna dell’organismo.
Il risultato? Una notte di vero riposo e, il giorno dopo, tutta l’energia necessaria per affrontare gli impegni quotidiani.

Allenarsi per dormire meglio: le regole

Le uniche regole da seguire perché l’attività fisica porti dei benefici? Sono due:

1) Allenarsi in modo costante. Se hai come obiettivo il dormire meglio, 10 minuti di corsa una volta ogni tanto non bastano. Devi abituarti a fare attività fisica in modo costante e continuativo. Gli esperti consigliano almeno 150 minuti la settimana, divisi in più sedute. Solo così potrai ottenere dei benefici!

2) Fare attività fisica al momento giusto. L’ora ideale per fare attività fisica è il tardo pomeriggio, la mattina presto o al massimo tre ore prima di andare a dormire.
Dato che fare movimento alza la temperatura corporea, se fai esercizio fisico prima di dormire ti sarà poi più difficile addormentarti.