Combattere l’insonnia con l’idromassaggio

Dormire bene senza svegliarsi continuamente e agitarsi nel letto: un miraggio per chi ogni notte deve fare i conti con l’insonnia. Per risolvere questo problema non mancano soluzioni che arrivano dalla ricerca farmacologica e dal mondo delle tradizioni popolari. Molto spesso ci si affida infatti a un amico o alla nonna, spesso depositaria di una saggezza dimenticata che improvvisamente agita il fascino del miracoloso, e si tende a ignorare le soluzioni più semplici, a portata di mano. Una di queste è l’acqua, che può rappresentare una valida soluzione per risolvere il problema dell’insonnia.

Il benessere grazie all’acqua

I benefici dell’acqua sul corpo umano sono cosa nota e non riguardano solo l’istinto di sopravvivenza che ci fa provare la sete. Riguardano l’estetica e il benessere psicofisico. Non a caso i romani costruivano terme, luoghi pensati per il benessere e la cura di sé.

Il motivo è semplice: l’acqua calda è uno strumento efficace ed economico per favorire il rilassamento e combattere l’insonnia. È un ottimo alleato del dormire bene, soprattutto se parliamo di acqua calda pulsante, l’idromassaggio.

Gli effetti benefici dell’idromassaggio sul sonno

Tutti sappiamo che l’idromassaggio è un alleato della bellezza perché la pressione dell’acqua stimola il drenaggio dei liquidi contribuendo alla riduzione della cellulite. Ma i benefici non finiscono qui: fare il bagno periodicamente in una vasca idromassaggio può aiutare a ridurre la pressione arteriosa, aumentare la fluidità sanguigna, favorire il rilassamento muscolare e portare numerosi benefici al sistema linfatico.

Dunque, l’idromassaggio non è solo un toccasana per la pelle, ma è in grado di favorire un rilassamento complessivo dell’organismo. E se corpo e mente sono rilassati la nostra notte sarà molto più tranquilla.

Alcuni accorgimenti per un buon idromassaggio

Per far nostri tutti i benefici dell’idromassaggio, è importante creare le condizioni giuste. L’atmosfera pre-sonno incide molto sulla qualità del sonno.
Cominciamo con le temperature: raffredda la stanza, se necessario, e scalda l’acqua fino al raggiungimento della temperatura di 33°-36°.

Poi ti consigliamo di usare l’idromassaggio per una durata di 30 minuti e di coricarti subito dopo per mantenere il corpo al caldo: le oscillazioni di temperatura non sono amiche del buon sonno.

Infine usa periodicamente l’idromassaggio (almeno 3 volte alla settimana) e vedrai che l’insonnia faticherà a ripresentarsi.