Dormire con o senza guanciale

Ognuno dorme come meglio si sente. È semplicemente una questione di abitudini.
In ogni caso, per dormire bene è fondamentale trovare la giusta combinazione di cuscino e materasso, quella più adatta alle proprie esigenze e al proprio modo di dormire.
Se ti è capitato di svegliarti con dolori al collo o con mal di schiena o di testa, potrebbe essere colpa del cuscino.
È un dubbio legittimo, anche se non è facile ricondurre immediatamente la causa del problema ad esso.

Cerchiamo di stabilire alcune linee guida per trarre il massimo beneficio dal proprio sonno.
Ricordiamo che l’allineamento della nostra spina dorsale nel sonno dipende dalla posizione della nostra testa e quindi dall’altezza del cuscino su cui dormiamo; anche la distribuzione delle tensioni muscolari nella parte alta del busto è maggiormente sollecitata.

Le posizioni assunte mentre si dorme sono sostanzialmente tre:
– Supina,
– Prona
– Di fianco.

Se dormi a pancia in su, dovresti utilizzare un cuscino sottilissimo per chiudere quegli spazi che si creano tra il collo e la superficie del materasso. Uno troppo alto crea l’effetto opposto, inclina la testa in avanti e avvicina troppo il mento al petto chiudendo le vie respiratorie.

Dormire a pancia in giù è in generale una posizione sconsigliata perché comprime la gabbia toracica, ma se invece trovi un grande comfort adottando questa posizione non dovresti avere bisogno del cuscino. Al massimo potresti beneficiare di un cuscino sottile posto a livello del bacino per aiutare la colonna vertebrale a restare allineata.

Dormire sul fianco è la posizione migliore, a patto che si dorma col cuscino: un adeguato supporto del collo permette di mantenere la colonna vertebrale allineata dai fianchi fino alla testa.
Una strategia per migliorare il sonno se dormi sul fianco, potrebbe essere quella di usare un ulteriore cuscino sottile da mettere tra le ginocchia.

Scopri tutti i nostri modelli, qui:
https://www.morfeus.it/prodotto/guanciali-cuscini-memory-aquacell-lattice/