Come deve essere il materasso per bambini?

Quando si parla di materassi, anche gli abitanti più piccoli della casa vogliono la loro parte. Proprio così: come per gli adulti, anche il materasso per bambini o ragazzi deve avere determinate caratteristiche per garantire un sonno tranquillo e salutare nel corso degli anni. Oggi ne scopriamo insieme alcune.

L’identikit del materasso per il bambino

Il materasso per il primo letto del bambino – differente rispetto a quello della culla o del lettino con le sbarre – deve avere alcune caratteristiche per ospitare al meglio il suo piccolo “inquilino”. In particolare deve:

1) essere facilmente sfoderabile e lavabile, per garantire il massimo dell’igiene;
2) essere ergonomico, ovvero seguire le “zone” del bambino (che sono diverse da quelle dell’adulto);
3) essere multiuso, quindi utilizzabile non solo per dormire ma anche per giocare, guardare la tv, disegnare, leggere e studiare;
4) essere anallergico, anti soffoco e traspirante, perché gioco e riposo siano sempre sicuri e salutari.

Ultimo, ma non in ordine d’importanza, è l’aspetto estetico: se il materasso si adegua esteticamente ai “colori” della cameretta, hai trovato il prodotto perfetto!

Curiosità: come nasce un materasso per bambini

Forse non lo sai, ma il materasso per bambini è studiato in modo diverso rispetto a quello per adulti, perché il suo compito fondamentale è seguire la crescita del suo “occupante”.
In fase di realizzazione, infatti, sono utilizzati dati antropometrici pediatrici per realizzare le diverse zone e fare in modo che esse seguano correttamente lo sviluppo del bambino in tutto il range di utilizzo del prodotto (dai 6 ai 14 anni).

Scegliere un prodotto rigido è meglio

Anche se il materasso non cura patologie come scoliosi o lordosi, sceglierlo mediamente rigido può aiutare il bambino a mantenere una posizione corretta durante ogni attività svolta sulla sua superficie.
Non a caso, la maggior parte dei prodotti studiati per bambini sono simili a quelli rigidi degli adulti, anche se questi ultimi hanno un peso decisamente superiore!

Gli accessori

Sono due gli accessori da considerare per “completare” il letto dei più piccoli.
Il primo è il cuscino, che deve avere uno spessore sensibilmente più basso rispetto a quello per adulti. Le spalle del bambino sono infatti diverse e un cuscino per adulti porterebbe a una postura non corretta durante il sonno.
Secondo elemento, quando ancora c’è rischio pipì, è il coprimaterasso cerato. Un’idea utile per proteggere il prodotto.