Perchè è importante dormire?

A gennaio, forse più che in altri mesi dell’anno, ci ricordiamo di quanto sia importante dormire. L’entrata dell’inverno, gli animali per la maggior parte in letargo, la vegetazione che pare immersa in un sonno profondo. Tutto intorno a noi ci dice che è il momento di scoprire le tante virtù del dormire.

E allora vediamole insieme, soprattutto ora, con la ripresa delle attività lavorative. Dopo le vacanze natalizie, abbiamo bisogno di dedicare più tempo per noi, per rilassarci e cominciare ad attivare le energie che ci preparano al passaggio dall’inverno alla primavera, che inizia prima di quanto possiamo pensare, il 2 febbraio con la Candelora.

Il sonno risveglia la memoria
Dormire è indispensabile per la memoria. Di notte i ricordi si consolidano, vengono trasferiti dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine. E non solo: il cervello elimina le connessioni inutili e rinforza quelle necessarie, in modo da lasciare in “archivio” solo ciò che serve. Questo spiega anche perché al contrario, dopo una notte insonne, abbiamo difficoltà di concentrazione: abbiamo la mente meno sgombra e quindi una ridotta capacità di immagazzinare nuovi dati.

Più dormi, meno ingrassi
Il sonno contribuisce a mantenersi in forma. Una bella dormita di almeno sette ore a notte allontanerebbe infatti il rischio obesità. Dormendo vengono prodotti ormoni che favoriscono la sazietà, come la leptina. Chi non dorme a sufficienza produce invece maggiore grelina, l’ormone che segnala al cervello la fame; tende perciò a ingrassare e ad andare incontro più facilmente a patologie metaboliche e cardiovascolari, visto che un sonno inadeguato fa aumentare glicemia e pressione arteriosa.

Il dolore diminuisce
Dormire bene aiuta anche chi deve fare i conti con un dolore cronico, perché ne riduce la percezione. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Sleep Medicine tra disturbi del sonno e dolore da artrosi, mal di schiena o fibromialgia si instaura un vero e proprio circolo vizioso. Dormire bene, secondo gli autori, è essenziale per curare il dolore ed è efficace nel ridurre i vari tipi di malessere. Dormire aiuta anche a rispondere meglio alle terapie, qualsiasi esse siano.

Fai bei sogni
“La vita è sogno”, scriveva Calderòn de La Barca nel 1635. Ma è soprattutto la notte il tempo in cui il cervello è impegnato a sognare. Già, ma che funzione hanno i sogni? Se conosciamo dal punto di vista biologico gli effetti positivi del sonno sul nostro organismo, più misterioso resta l’influsso del mondo onirico, sia da addormentati che da svegli.

Da un recente studio pubblicato sulla rivista International Journal of Dream Research pare che il sogno metta in relazione aree del cervello che durante la veglia tendono a essere separate e che riorganizzi i ricordi. Un’attività importante quindi, tutta da esplorare!