Vivere senza traumi il passaggio all’ora solare: è possibile?

Mancano pochi giorni al cambio dell’ora. Nella notte fra sabato 29 e domenica 30 ottobre si sposteranno le lancette dell’orologio un’ora indietro. Torna la fatidica ora, quella solare! Una buona notizia c’è: nel weekend potremo dormire di più. E nei mesi successivi avremo più luce al mattino, ma le giornate saranno inesorabilmente più corte.

Quali sono gli effetti sul nostro organismo di questi cambiamenti?
Alcuni soffrono di sonnolenza, difficoltà di risveglio, diminuzione delle energie e dell’efficienza fisica. È il cosiddetto “mal d’autunno” di cui soffrirebbero circa 12 milioni di italiani. Una delle cause di questo malessere è proprio l’alterazione della quantità di luce quotidiana.

Quindi come possiamo vivere nel migliore dei modi l’arrivo dell’ora solare?
Secondo gli esperti non bisogna allarmarsi, basta pensare al jet lag: l’adattamento al cambio d’ora dovrebbe avvenire in un paio di giorni.
In particolare, per contrastare gli effetti dell’ora solare, è necessario seguire una corretta alimentazione:

  • Consumare frutta secca ricca di omega 3 e omega 6.
  • Prevedere a ogni pasto un piatto di verdura fresca.
  • Consumare più riso e pasta.
  • Evitare grassi animali, il cibo in scatola, cibi molto conditi e speziati.
  • Evitare bevande eccitanti come thè o caffè dopo il tardo pomeriggio.

Possiamo ricorrere anche ad alcuni rimedi che sono comunque sempre validi, in ogni momento dell’anno, per favorire il buon sonno:

  • Se si ha difficoltà ad addormentarsi, cercare di andare a letto e svegliarsi sempre alla stessa ora.
  • Staccare telefonini e dispositivi elettronici almeno un’ora prima di andare a dormire.
  • Fare attività rilassanti come la lettura e l’ascolto di musica.
  • Praticare esercizi di respirazione e meditazione per combattere l’insonnia.
  • Bere tisane che favoriscono il relax e il riposo.

Una soluzione potrebbe essere anche quella di dormire lasciando le tapparelle alzate: se la luce del sole entra direttamente nella stanza da letto per il nostro corpo sarà più semplice adattarsi. E poi, indispensabile, dormire su un materasso confortevole e in una camera né troppo calda né troppo fredda.