Red Sparrow di Francis Lawrence

Nell’odierna Russia, governata dal presidente irremovibile Vladimir Putin, l’ufficiale dei servizi segreti russo Dominika Egorova lotta per sopravvivere nella giungla dell’intelligence post-sovietica. Ordinata contro la sua volontà di diventare una “Sparrow”, ovvero una seduttrice addestrata, Dominika è incaricata di operare contro Nate, un giovane ufficiale della CIA che gestisce la più importante talpa russa dell’Agenzia.

Le spie russe hanno a lungo fatto affidamento sulla “trappola del miele”, per cui uomini e donne vulnerabili sono intimamente compromessi. Dominika apprende queste tecniche di “sexpionage” durante un atroce e rigido addestramento in cui la sua moralità, sensibilità ed essere donna vengono tessono a in ogni senso a a nudo superando il limite della violenza fisica. Dominika e Nate si scontrano presto in un duello di volontà, tradecraft e, inevitabilmente, passione proibita che minaccia non solo le loro vite, ma anche quelle degli altri. Mentre le alleanze segrete sono fatte e spezzate, il gioco di Dominika e Nate raggiunge un incrocio mortale. Presto uno di loro inizia una pericolosa doppia esistenza in un’operazione di vita e di morte che consuma agenzie di intelligence da Mosca a Washington, DC.
Diretto con cura, questo film è basato sul romanzo di Jason Matthews: un opera ricca di dettagli e scritta con brio, arricchita dell’esperienza di vita di Matthews, compresa la sua conoscenza di spionaggio, controspionaggio, tecniche di sorveglianza, reclutamento di spionaggio, guerra cibernetica, uso russo della “polvere spia” e comunicazioni segrete.
Buona notte e sogni “intriganti”!