Love Actually 
di Richard Curtis

“L’amore davvero” è l’amore che getta tutti nel caos. Quell’amore che è sogno ad occhi aperti. Curtis si propone di dimostrare la sua tesi attraverso un melange di storie interconnesse.

A pochi giorni dal Natale, Londra è la città dove l’amore si sprigiona.
Dieci storie si intrecciano, si compenetrano fino a formarne una sola.
Hugh Grant, il nuovo premier, si innamora di una ragazza del suo staff; sua sorella è convinta di essere tradita dal marito che in realtà è attratto da una collega che ha già fatto perdere la testa ad uno scrittore che è dovuto andarsene via. Tutte queste storie convergono in un piccolo capolavoro delizioso.
Un cast spettacolare, volti conosciuti in una sceneggiatura messa a puntino in maniera sublime.
I personaggi sono alle prese con l’amore in tutte le sue declinazioni: l’amore non conosce barriere, crea una complicità che va al di là dei ruoli e delle parole.
La trama è una ragnatela di storie ordite da mani sapienti: divertente, in alcuni momenti stereotipata, ma generalmente accattivante. Storie frammentate collegate tra loro da fili invisibili, nessuna storia mai stucchevole.
Non pensare a baci, smancerie e lacrime facili: per quanto l’amore possa essere un dittatore spietato, non fa prigionieri.
Mettetevi comodi nei vostri letti e… buona visione!